Più contratti, una spinta anche dall’e-commerce

SEI IN: Village Rent > News > Più contratti, una spinta anche dall’e-commerce

Più contratti, una spinta anche dall’e-commerce

Milano non si ferma la corsa del noleggio a lungo termine. Dopo i dati positivi del 2015 e del 2016, anche nel primo semestre 2017 continua la crescita a due cifre delle immatricolazioni e dei fatturati. Rispetto alle prime, sia due anni fa che l’anno scorso si era registrato un + 18%, a cui segue una crescita del 16% nei primi sei mesi del 2017 in confronto allo stesso periodo del 2016. Bene anche il fatturato, che oltrepassa 3,5 miliardi rispetto ai 3,1 del primo semestre 2016, con un aumento del 14%. Un dato che succede a un 2016 da ricordare per il balzo di mezzo miliardo di euro: «Nei tre anni precedenti il settore era cresciuto di 400 milioni, passando dai 3,9 miliardi del 2012 ai 4,3 del 2015. In termini percentuali, il 2016 ha registrato un +12%, laddove dal 2012 al 2015 l’apprezzamento era stato in totale del +10%», si legge nell’ultimo rapporto annuale di Aniasa, l’associazione confindustriale dell’autonoleggio, che parla di «un nuovo ciclo di sviluppo». Segno che il settore è in grado di innovarsi e adattare la propria offerta a una domanda in mutamento. Lo dimostrano i cambiamenti nella composizione delle flotte, sia per quanto riguarda le tipologie di veicoli, sia la loro alimentazione. Sempre secondo gli ultimi dati Aniasa, infatti, nel primo semestre 2017 continua la crescita delle vetture medie, che con il 23% in più di immatricolazioni rispetto al primo semestre 2016 rappresentano oggi un terzo delle flotte.

Un aumento spinto da una parte «da una politica di pricing molto competitiva messa in campo dagli operatori», e dall’altra dall’affacciarsi di una nuova clientela: «L’attuale fase di sviluppo è senz’altro guidata dalle flotte piccole e dai professionisti con partita Iva». Anche sul fronte dell’alimentazione, continuano i timidi segnali di evoluzione. Se infatti la grande maggioranza delle nuove auto è ancora a benzina (74%) e gasolio (21%), si amplia la quota di quelle con alimentazioni alternative, soprattutto in favore dei veicoli ibridi (+167%) e a Gpl (+92%), a fronte invece di un vero e proprio crollo delle immatricolazioni di mezzi elettrici (-57%) e a metano (-23%). Per quanto riguarda le case automobilistiche, prosegue la crescita di Fiat (+39%), di gran lunga il brand più presente nelle flotte con la Panda che rimane la vettura più scelta (da sola, rappresenta l’8% dei nuovi veicoli noleggiati a lungo termine). Aumentano anche i mezzi immatricolati Ford (+27%) e Nissan (+47%), mentre tra i marchi più gettonati perde terreno Peugeot (-20%), che vede scendere la sua quota di mercato dal 5,5% a sotto il 4%. Cosa aspettarsi per i prossimi mesi? Già nel rapporto 2016, Aniasa individuava altri due grandi serbatoi potenziali di domanda che potrebbero contribuire alla crescita del noleggio a lungo termine: i privati con codice fiscale, su cui già sussistono migliaia di contratti, ed i veicoli commerciali leggeri, spinti anche dallo sviluppo dell’e-commerce.

Fonte: Repubblica.it

SCOPRI I NOSTRI BRAND PARTNER

Disponiamo di un parco macchine in pronta consegna per ogni vostra esigenza, scopri le nostre offerte in consegna immediata

Richiedi la lista dei modelli in pronta consegna